Archivi categoria: Libri di cucina

Montagne di riviste culinarie…

Vi vedo eh…tutte ad annuire e pensare: pure io! Chi come me ha la fissa della cucina non puo’ non avere la casa sommersa da libri e riviste di cucina, non puo’ andare a fare la spesa senza soffermarsi un buon 10 minuti davanti alla zona riviste, senza sfogliarne qualcuna…essere in dubbio se prenderla o no, ma no ne ho gia’ migliaia a casa, ma si qualche ricetta nuova ci sara’ su, ma no spendere 4 euro per ricette trite e ritrite che tanto poi finisce nel dimenticatoio della casa, ma si almeno so cosa fare in quei 15 secondi di pausa al giorno.

E fu cosi’ che mi ritrovai in una selva oscura…davanti a riviste nuove e vecchie, impilate una sopra l’altra, sfogliate una sola volta e poi abbandonate a marcire! E fu cosi che dovendo cambiare tutto l’arredamento di casa (si si anche la cucina che bello yuppieeeee) mi sono ritrovata senza scaffali, senza librerie e ti rendi conto di quanti soldi hai buttato in fogli stampati con foto ingiallite e ricette banali, solo per la foga di averle o avere qualcosa da sfogliare, dell’abbonamento che hai da anni alla tua rivista di cucina preferita, che arriva (sempre in ritardo) la sfogli e la abbandoni, da cui non hai mai preso spunto per fare mezza ricetta e ti chiedi: ma conviene che lo faccia ancora sto abbonamento? che tanto le poste fanno schifo e la rivista di ottobre e’ gia’ bello se mi arriva per natale?

Quindi mi sono detta: Monica…qui c’e’ da smaltire un po’ di inutili ricette! I libri non si toccano, o almeno non si buttano, magari li regalo, li presto e poi me ne dimentico, almeno quello che non mi piacciono (uh quanti sono tantissimiiii) ma le riviste sono da eliminare.

Ok, buttiamole….no no …aspetta, mica e’ cosi’ facile!

E se per caso su una rivista c’e’ quella ricetta che da secoli volevi fare ma che poi ti sei scordata e malauguratamente la butti? come potresti sopravvivere a questa sciagura????

E fu cosi’ che ogni sera mi sfoglio le migliaia di riviste inutili, strappo la pagina che mi puo’ interessare, la metto in una cartelletta e mi riprometto di sistemarla, o almeno provarla, nei prossimi 5-10 anni.

Nel frattempo l’angolo della casa dedicato alla carta da buttare si riempie a dismisura, mi sento piu’ libera e leggera, anche di soldi eh, e sfogliando queste riviste mi rendo conto che mai piu’ comprero’ Alice, da cui non ho mai strappato una ricetta, mai comprero’ “cucinare bene” per il motivo di cui sopra, mai comprero’ le mini riviste a un euro piene di ricette banali, che probabilmente non verranno a nessuno, e non faro’ piu’ l’abbonamento alla “cucina italiana” che, seppur reputo la migliore rivista di cucina, a me personalmente non e’ mai servita.

Poi ragazzi al mondo d’oggi con internet abbiamo un mondo di ricette a disposizione, vada comprare ancora i libri, per sfogliare le pagine e sentire il profumo di carta appena stampata, quello il mondo virtuale non puo’ dartelo, ma le riviste con me hanno chiuso!

Annunci

La mia fissa: i libri di cucina

Forse anche voi direte: ah pure la mia… infatti credo di non essere l’unica ad avere la fissa per i libri di cucina, li compro li leggo, me li studio, li scelgo, metto da parte i peggiori, che poi magari rivendo (mai buttare i libri) o regalo, e i migliori, tanti…troppi, me li sfoglio cento volte, e ancora di piu’.

Ne ho tantissimi, ormai credo che potrei fare la recensionista di libri di cucina, appena ne esce uno nuovo io mi fiondo in libreria (virtuale) e poi in libreria vera per vedere come e’, ma poi lo compro su internet ( a meno che non capiti in quei giorni che ho veramente bisogno di un nuovo libro di cucina eheh).

Li compro su internet per alcune ragioni: la prima e’ che trovo sempre degli sconti e qualcosa si riesce a risparmiare, la seconda perche’ mi piace l’attesa, la trepidazione, il non sapere quando il postino suonera’ la porta e il tuo libro cioccolatoso pannoso burroso arrivera’ a destinazione!

E quando arriva aprire il pacchetto fa parte del gioco, quasi come se fosse un regalo, con calma e mettendo da parte la scatola di cartone (che poi ovviamente riciclero’ per impacchettare altro) e sfogliero’ il mio libro fresco di stampa!! (almeno a me piace crederlo)

Non disdegno nemmeno le uscite settimanali mensili collane di cucina enciclopedie, ma preferisco sempre i soliti vecchi libri, anche se confesso di avere l’abbonamento da mille anni alla “Cucina italiana”, l’unica rivista che merita veramente l’abbonamento, completa, interessante e sempre fresca, e cosa da non sottovalutare con ricette a prova di tutti, vengono sempre e bene!

Tornando al discorso libri, come detto prima in questi anni ne ho collezionati molti, silurato pochi e provato la maggior parte, ovviamente non interamente!

L’ultimo libro appena arrivato oggi e’ questo L’ho sfogliato un po’ e devo dire che e’ molto carino, semplice da capire, diviso in 6 capitoli:

1- a lezione di cioccolato: con sezione sugli attrezzi, sulla lavorazione, sulle forme, su cuocere e servire, e molte preparazioni basi quali biscotti, tortine, mousse, la crema spalmabile, la ganache e molte altre.

2- decorare con il cioccolato: con i vari metodi di temperaggio e un sacco di tipi di decorazione, spiegate passo passo con tantissime foto.

3- la colazione: molte ricette adatte per la colazione (ma non solo io me li mangerei a qualsiasi ora eheh) tipo la “torta soffice agli agrumi e cioccolato al latte” oppure “la crostata al limone, cioccolato bianco e mirtilli” (con foto da farti venire la bava alla bocca!!)

4- la pausa caffe’: anche qui ricette ma di piccole cose da assaporare col caffe’, come i macarons, i cockies, i muffins, biscottini tartellete e mille altri ancora!

5- il dopocena: molte ricette ideali per finire in bellezza la cena!

6- i peccati di gola: piccole tentazioni golosissime da provare, ricette molto facili alla portata di tutti.

poi c’e’ un glossario e come sempre l’indice.

A cura di Francesca Badi, consulenza di Omar Busi edito da FoodEditore, 256 pagine e 300 foto circa!

Prezzo di copertina 19.90 euro.