Archivi categoria: Gluten free

Meringhette facili facili

Visto che più persone mi hanno chiesto la ricetta per queste meringhette, ve la scrivo qui, così rimane indelebile e potete cercarla ogni volta che ne avrete bisogno.

So che è una ricetta facilissima, che molte blogger storceranno il naso perché e’ un pç la base della pasticceria, ma c’è anche tanta gente che non sa da dove partire e che, cercando online, si ritrova con migliaia di ricette diverse e non sa mai quale potrebbe essere quella giusta.

Questa non ha la pretesa di essere la ricetta giusta, ma a me funziona.

La meringa viene ottima, buona e bianca!

A dirvi la verità io facevo parte di quelle persone che aggiungeva il sale perché…boh non so perché, ma lo facevo, fin quando non mi sono imbattuta in questo articolo di Dario Bressanini e da quel momento ho seguito sempre la sua ricetta e le sue indicazioni, che per praticità vi riassumo qui.

Innanzitutto so che la maggior parte delle volte le meringhe vengono fatte per consumare gli albumi avanzati, se cosi’ non fosse procuratevi delle belle uova freschissime!

Per fare la quantità di meringhe che vedete in foto ho usato 200 gr di albumi, 6 albumi.

Vi do il peso perché è importante che le pesiate, visto che non tutte le uova hanno la stessa grandezza.

Dunque pesate le uova, poi preparate il doppio del peso delle uova di zucchero.

Ad Es. io avevo 200 gr di albumi e ho preparato 400 gr di zucchero.

Per lo zucchero potete usare zucchero semolato (il classico zucchero per intenderci), zucchero a velo pronto, zucchero semolato frullato. O anche fare un pò di zucchero semolato e un pò a velo. Cambia la consistenza della meringa, più mettete zucchero a velo più sarà liscia. Io ho usato solo zucchero semolato.

Non aggiungete sale, il motivo lo trovate nell’articolo postato prima di Bressanini.

Invece vi servirà un cucchiaino di succo di limone.

Gli attrezzi indispensabili per me sono planetaria o montatore elettrico e la sac a poche con la punta stellata.

12961615_10209397097194449_2854647343564078597_n

Ora iniziamo a preparare la meringa:

Accendete il forno a 100°

Se avete una planetaria, o uno sbattitore elettrico o manuale, o se volete farlo a mano (no vi prego è una tortura inutile), mettete gli albumi nel contenitore e iniziate a montarli a media velocità. Dovranno diventare circa 4 volte il volume iniziale.

Ora iniziate ad aggiungere lo zucchero, io l’ho fatto un cucchiaio per volta, per far inglobare bene e fare in modo che si potesse sciogliere il più possibile.

Aggiungete anche il cucchiaino di succo di limone e procedete con l’aggiunta dello zucchero fin quando finite.

Prendete la sac a poche con la punta stellata e riempitela di meringa cruda, fate dei ciuffetti di circa 3-4 cm di diametro (se le fate più piccole o grandi regolatevi con il tempo del forno), potete anche disporle vicine le uno alle altre, tanto le meringhe non si ingrosseranno.

Abbassate la temperatura del forno a 85° e infornate subito le meringhe, avendo l’accortezza di tenere le sportello del forno leggermente aperto per far uscire l’umidità. Ora aspettate circa 3 ore e le vostre meringhe saranno cotte.

Non toglietele subito dal forno, fatele raffreddare dentro altrimenti si creperanno.

Per mantenerle croccanti poi metterle in un contenitore di latta.


Le Camille fai da me (gluten free)

Ho un amica celiaca. La mia prima amica celiaca.

Lo scrivo perche’ non mi sono mai cimentata in ricette di dolci gluten free e devo dire che e’ stata una grande scoperta, sono piaciute a me e anche alla persona interessata. A breve li rifaro’ (anche per fare una foto degna di essere chiamata tale, per ora beccatevi questa dal cell).

La ricetta e’ di una semplicita’ mostruosa, soprattutto se avete una planetaria o impastatrice, altrimenti beh cogliete l’occasione per farvi qualche muscoletto extra palestra!

Ho preso spunto da una ricetta su un sito di celiaci, ma ho modificato dosi e anche ingredienti, quindi non vi sto a mettere l’originale che non c’entra nulla con la mia.

Facendo le cose cosi’ alla fine mi sono uscite le camille…le famose camille…ma non quelle attuali che sono troppo dolci e con un retrogusto forte. Le camille che mangiavo da piccola, quelle che sapevano ancora vagamente di carota.

L’ideale per questi dolcetti gluten free sarebbe usare delle teglie in silicone, per non ungere e infarinare la teglia, oppure come ho fatto io fare delle piccole tortine nei pirottini di carta dei muffin.

Camille fai da me (gluten free)

– 500 gr di farina di riso integrale

-6 uova

-400 gr di carote grattuggiate finissime

-250 gr di zucchero

-180 gr di olio (io ho usato l’extra vergine perche’ non avevo in casa altro)

-1 cucchiaino di estratto di vaniglia (o se non l’avete una bustina di vanillina)

-1 bustina e mezzo di lievito per dolci

Mettete la farina, l’olio, le uova e lo zucchero nell’impastatrice e fatela andare finche’ non vi viene un impasto ben amalgamato.

Aggiungeteci le carote, e mescolate bene. Infine aggiungete l’estratto di vaniglia e il lievito setacciato.

Io meta’ tortine le ho colorate con un po’ di cacao per cambiare.

Accendete il forno a 180° e nel frattempo versate l’impasto nei pirottini dei muffin o nello stampo delle tortine in silicone.

Infornate per circa 20 minuti.

Sono ottimi cosi’, oppure potete dividerli a meta’ e spalmarci della marmellata o nutella!