La pizza alta in teglia (piu’ buona che ci sia)

Ce l’ho fatta!!!!

Dopo millemila tentativi mai del tutto soddisfacenti sono riuscita a fare la pizza alta in teglia come quella che si prende in pizzeria!!! Il segreto? farla in due giorni.

Ora vi spiego, anche perche’ e’ un modo velocissimo per fare delle ottime pizze se avete ospiti a cena e non vi devono vedere intonse di farina e col pomodoro nei capelli!!!

Ho preso spunto dal maestro Adriano, da questa ricetta.

Io l’ho modificata un po’, perche’ non avevo tutto quel tempo a disposizione e cosi’ ho aumentato il lievito e escogitato un modo per far lievitare l’impasto piu’ velocemente, cioe’ ho scaldato il forno a 50°, poi l’ho spento, ho messo dentro la ciotola con l’impasto coperta di pellicola e avvolta in una coperta di pile. In un’ora ha lievitato il triplo quasi.

LA PIZZA ALTA IN TEGLIA

-950 gr di farina manitoba

-750 gr di acqua

-45 gr di olio extra vergine di oliva

-18 gr di sale fino

-25 gr di lievito di birra

-1 cucchiaino di malto d’orzo

-due scatole di salsa di pomodoro in pezzi

-5 mozzarelle tagliate a dadini

-1 peperone

-olio per condire

Far sciogliete il lievito con il malto in 50 gr di acqua sbattendo con una forchetta.

Aggiungete 45 gr di farina e impastate un po’. Trasferite l’impastino nella ciotola della planetaria e fate partire con il gancio a foglia alla velocita’ piu’ bassa.

Aggiungeteci 250 gr di acqua e successivamente 250 gr di farina a cucchiaiate, aspettando che venga assorbita dall’acqua prima di riaggiungerla. Altenate cosi’ fin quando finite la quantita’ di acqua e di farina.

Ora aggiungete il sale e fate incordare bene. Poi cambiate il gancio con quello ad uncino e aggiungete l’olio a filo poco per volta, facendo attenzione che non perda l’incordatura.

Copriamo la ciotola con la pellicola, avvolgiamola in una coperta di pile e mettiamo nel forno tiepido spento per circa un’oretta, o almeno fin quando non raggiungera’ la sommita’ della ciotola.

Nel frattempo tagliamo a fettine il peperone e le zucchine e grigliamole.

Quando e’ lievitata versiamo l’impasto su un asse di legno infarinato di farina di semola abbondante, tagliamolo in quattro pezzi e lavoriamolo poco.

Infariniamo leggermente 4 teglie antiaderenti e, senza lavorare troppo la pasta, allarghiamola aiutandoci con le mani, alzando l’impasto e facendolo allungare grazie alla gravita’. Appoggiamolo sulle teglie e accendiamo il forno a 250°, cosi’ mentre il forno si scalda l’impasto lievita ancora un poco.

Prima di infornare le pizze, con un cucchiaio distribuiamo il pomodoro e saliamo. Inforniamo per 15 minuti nella parte bassa del forno, poi togliamole.

Ora possiamo proseguire in due modi: o le mettiamo da parte e le farciamo quando ci servono, anche il giorno dopo, o le farciamo subito e le finiamo subito.

Mettiamoci sopra la mozzarella, le verdure tagliate grigliate, un filo di olio e inforniamo ancora per altri 5-6 minuti nella parte alta, fin quando la mozzarella inizia a prendere colore.

Sforniamo e serviamo caldissime!

Annunci

6 responses to “La pizza alta in teglia (piu’ buona che ci sia)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: