Piccoli assaggi di mare

Eccomi di ritorno da 2 settimane di estremo relax in quel di Alghero! Che dire: bellissima citta’, tempo ottimo, caldo ma non afoso, si riusciva a stare in spiaggia senza boccheggiare e facendo pure il bagno.

Abbiamo girato in lungo e in largo, visitato ogni angolo remoto nei dintorni della citta’, abbiamo fatto i turisti e un po’ i cittadini, e dopo 15 giorni sentirci un po’ Algheresi, un po’ marinai, un po’ pescatori…Abbiamo assorbito come spugne tutto cio’ che ci veniva detto, raccontato, suggerito, e anche grazie ad amici algheresi abbiamo scoperto posti che un turista senza gli agganci giusti non avrebbe mai visitato.

E abbiamo anche mangiato ovviamente, pesce soprattutto, ma non solo, perche’ Sardegna non e’ solo mare, ma anche interno, montagne, pascoli, verdure, abbiamo scoperto sapori nuovi e alcuni inediti, alcuni gia’ mangiati qui ma che mangiati li hanno tutto un’altro sapore.

Cominciando dalla spesa, che quando vai al supermercato la maggior parte dei prodotti sono tutti MADE IN SARDEGNA, e li percepisci il loro patriottismo, come quando sulla pasta leggi : prodotto in Sardegna da gente di Sardegna, come a dire: potete fidarvi, e’ tutto nostro! E ti trovi a girare per scaffali sardi e poi alla fine compri i pelati in scatola sardi, la pasta sarda, aglio sardo, cipolle sarde, ovviamente pesce fresco sardo, che non sa di pesce…si si non puzza, profuma! Poi cerchi l’olio e come fai a non comprare l’olio Giordano di Alghero? E ancora abbandoni il vecchio parmigiano reggiano per buttarti sul pecorino, da grattuggiare o anche in busta, pecorino al 100%, mica surrogati vari! E come poteva mancare il riso…riso della Sardegna, io ho preso il parboiled, e con tutti questi ingredienti ci siamo preparati alla casa sul mare, accompagnati da un magnifico tramonto, un buonissimo piatti di risotto alla pescatora!

RISOTTO ALLA PESCATORA

X due persone:

– 1 calamaro di media grandezza

– una decina di gamberoni

– una manciata di cozza

– una mangiata di vongole

– 200 gr di riso parboiled

– 3 spicchi di aglio

– olio extravergine di oliva

– prezzemolo

– un dado vegetale

– vino bianco

– un barattolo di polpa di pomodoro

 

Cominciamo dal pesce:

Mettete le vongole in un contenitore pieno di acqua e aggiungeteci una manciata di sale grosso, lasciatele un paio di ore a spurgare. Passato questo tempo, prendete le vongole una per una e fatela cadere da circa 40 cm direttamente nel lavandino, cosi’ facendo dovreste vedere se sputano fuori ancora sabbia, in questo caso scartatele. Poi prendete una padella larga, versateci un po’ di olio, uno spicchio d’aglio sbucciato e fatelo rosolare, poi aggiungeteci le vongole e fatele aprire, ci vorranno pochi minuti, poi metteteci mezzo bicchiere di vino bianco e quando cominciano a schiumare spegnete il fuoco, toglietele dal liquido e tenetele da parte.

Poi prendete le cozze, grattatele per pulire le conchiglie, e fate lo stesso procedimento come per le vongole e tenete anche loro da parte.

Prendete il calamaro, tirate i tentacoli per estrarre la testa e le interiora, e scartate le varie sacche senza romperle. Aprite la parte sotto e togliete la pelle, sciacquate sotto l’acqua corrente e tagliate a quadratini. Pulite la testa e i tentacoli dagli occhi e dal becco, togliete la pelle e tagliate anche loro a pezzetti. Tenetelo da parte.

Ora e’ la volta dei gamberoni, lavateli sotto acqua corrente, staccategli la testa (oggi sono molto pulp) e puliteli del guscio, delle zampe e della coda, mettete gli scarti in una pentola di acqua fredda e mettete sul fuoco con un dado vegetale e 2 peperoncini secchi sbriciolati: questo sara’ il nostro brodo che verra’ aggiunto al riso tramite un colino a rete fitta, sara’ piccante ma non in modo eccessivo

Ora passiamo a preparare il risotto:

Prendiamo la pentola larga e metteteci un po’ di olio e lo spicchio d’aglio sbucciato, fate rosolare un pochino, poi aggiungeteci il riso e lasciate che assorba l’olio, poi metteteci mezzo bicchiere di vino bianco e fate sfumare.

Aggiungeteci il pomodoro e i calamari, fate assorbire ancora e poi aiutandovi con un mestolo e un colino iniziate ad aggiungerci il brodo poco per volta.

Continuate cosi’ fino a quasi fine cottura, poi metteteci i gamberoni, le cozze e le vongole e ultimate la cottura, spolverate con un po’ di prezzemolo tritato e servire, magari con dell’ottimo pane carasau!!!

Annunci

One response to “Piccoli assaggi di mare

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: