Torta a strati con copertura di MarshMallow

Ecco, l’ho fatto anche io, sono caduta nella tentazione del marsh mallow fondant, ossia la pasta al marsh mallow per la copertura delle torte!

La vedevo ovunque, la fanno tutti, tutti che sfornano torte da favola con questa copertura da favola, perfette…e cosi’ visto che sono come San Tommaso, ho voluto provarla pure io, complice l’occasione di fare una torta particolare per il compleanno di mia mamma.

L’unica cosa e’ che io per fare la torta ho usato il pan di spagna pronto, lo so, non si fa, ma ci sono quasi 40° e non riuscivo proprio ad accendere il forno, avrei rischiato il linciaggio familiare. Devo dire pero’ che il pan di spagna gia’ pronto e’ buono, ho preso quello della Vicenzi , e mi ha proprio stupito per il profumo delicato e dolce, veramente da provare se siete di fretta e la temperatura e’ piu’ simile a quella tropicale!

Per la crema pasticcera mi sono affidata alla ricetta del libro “torte creative” , buona, non fa grumi, molto profumata, all’inizio mi sembrava molto densa, ma per la torta era ottima!

Ho ricevuto i complimenti di tutti, addirittura la mia suocera non credeva che l’avessi fatta io, e anche lei era affascinata da questa tortina rosa.

La pasta di marsh mallow e’ da preparare qualche giorno prima, almeno 24 ore prima. Deve avere il tempo di riposare per riuscire a essere stesa bene.

Come detto prima questo e’ il mio primo tentativo, direi non male, ci vuole un po’ di manualita’, ma purtroppo sono riuscita a trovare i marsh mallow solo bianchi e rosa, e cosi’ la pasta e’ venuta rosa chiaro, l’ho lasciata del suo colore perche’ mi piaceva cosi’, ma se avessi voluto colorarla non so come avrei potuto perche’ con la base rosa mi sa che i colori venivano sfalsati.

La ricetta del marsh mallow fondant l’avevo trovata da qualche parte in rete, non mi ricordo dove pero’, anche se io ho aggiunto piu’ zucchero a velo perche’ la pasta era troppo appiccicosa.

MARSH MALLOW FONDANT:

150 gr di marsh mallow

400 gr di zucchero a velo (piu’ eventuale aggiunta se la pasta risulta troppo appiccicosa)

3 cucchiai di acqua

– Prendete un pentolino e metteteci tutti gli ingredienti, fateli sciogliere a bagnomaria (io metto il pentolino in una pentola piu’ grande con dell’acqua) mescolando. Ci vorra’ qualche minuto.

– Aggiungere 130 gr di zucchero a velo nel pentolino e poi il resto dello zucchero mettetelo sul tavolo di lavoro, versateci sopra la pasta e con le mani ben sporche di zucchero cercate di far assorbire tutto lo zucchero dalla pasta, se per caso la pasta fosse ancora troppo appiccicosa, aggiungete altro zucchero.

– Quando vedete che non appiccica piu’ molto, formate un panetto con la pasta e mettetela nella pellicola (senza pvc) e lasciatela nella dispensa almeno per 24 ore. Non mettetela in frigo, nemmeno se ci sono 40° all’ombra!

CREMA PASTICCERA: (vi metto le dosi dimezzate perche’ con la ricetta originale me ne e’ uscita una quantita’ esagerata)

500 ml di latte

100 gr di zucchero

3 tuorli

60 gr di farina

un cucchiaino di estratto di vaniglia

zucchero a velo

– Scaldare il latte con l’estratto di vaniglia, nel frattempo sbattere poco le uova, aggiungerci la farina, e lo zucchero.

– Versare l’impasto nel latte e mescolare con la frusta continuamente fino a quando inizia il bollore, ci vorra’ circa 20 minuti.

– Spegnere il fuoco e continuare a mescolare, trasferire in un contenitore di plastica, spargere sopra lo zucchero a velo e coprire. Quando e’ fredda mettere in frigo.

– Dividere la crema in due, in una parte aggiungere cacao, o nutella, o come ho fatto io la crema di ovomaltina (che trovo solo in svizzera ed e’ buona da morire) e mescolare bene.

ASSEMBLAGGIO DEL DOLCE

– Prendete un piatto piano abbastanza largo (io di solito uso quelli della pizza) e metteteci un mezzo cucchiaino di crema in mezzo, poi appoggiatevi sopra il primo strato di pan di spagna (questo per evitare che poi la torta pronta per qualche strano motivo vi scivoli via dal piatto finendo sul pavimento).

– Spalmate il primo strato con dell’abbondante crema pasticcera, circa un centimetro.

– Appoggiateci sopra il secondo strato, e spalmate sopra la crema col cacao, sempre un centimetro.

– Appoggiate il terzo strato.

– Prendete il panetto di marsh mallow e toglietelo dalla pellicola. Spargete dello zucchero a velo sul piano di lavoro e appoggiateci il panetto, con un mattarello iniziate ad appiattirlo cercando di dargli una forma piuttosto regolare a cerchio, e cercando di calcolare diametro della torta piu’ 15 cm.

– Prendete un cucchiaio di marmellata di albicocche e diluitela con un goccio di acqua, sbattete per far amalgamare e con un pennello bagnate la torta sopra e sui lati.

– Arrotolate la pasta di MM sul mattarello, anche lui bene zuccherato, e srotolatela sopra la torta, facendo ben aderire la parte superiore e la parte laterale, tirando un po’ per eliminare le eventuali pieghe.

– Tagliare con un coltello la pasta eccedente.

– Prendete la pasta rimasta e reimpastate, poi appiattitela ancora col mattarello cercando di dargli una forma lunga piu’ della circonferenza della torta, andate un po’ a occhio. Tagliate con un coltello una striscia della lunghezza della pasta e alta 3-4 cm.

– Prendete il pennello e bagnate poco la pasta delle torta sui lati, per far aderire il nastro che metteremo.

– Ora appoggiamoci la striscia di pasta e facciamola aderire poco per volta con molta delicatezza, fino a fargli fare tutto il giro e tagliamola quando arriva alla fine per fargli completare il giro.

– Con la pasta rimanente (non si butta via nulla eh?) la reimpastiamo e riappiattiamo sempre a formare una striscia di pasta lunga circa 30 cm. Tagliamo sempre per ricavare un’altezza come il bordo, 3-4 cm.

– Con questa striscia dobbiamo farci un fiocco: dunque tagliate 10 cm da tenere da parte, con i restanti 20, pieghiamo i lati interni per formare il fiocco, e farli sovrapporre un po’, unendoli con un po’ di acqua. Ora prendete la striscia di 10 cm e poggiatela, sempre bagnando poco, verticalmente in mezzo al fiocco, e girando i lati dietro.

– Ora bagnate un po’ la striscia laterale della torta dove c’e’ la giuntura, appoggiateci il fiocco e mettete in frigo fino a quando servirete la torta.

Scusate ma ho fatto la foto troppo tardi, la stavo tagliando e mentre pensavo di portare la ricetta mi sono accorta di non aver fatto la foto!!!! Ahime’ tutto questo lavoro e non ne avevo le prove fotografiche…accontentatevi, e’ stata fatta di sera, con il caldo di questi giorni, infatti stava gia’ iniziando a sudare, ma almeno avete un po’ l’idea di come sia uscita, tenete conto che e’ la prima, non e’ il massimo ma e’ un passo avanti per riuscire a farla da dio!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: